Il canneto di Eridu

Un blog per tutti e per nessuno

Almanacco, XIII

Tredicesima pagina dell’Almanacco del Canneto di Eridu.
26 ottobre 2012

Se vi dico 26 ottobre 1985 cosa vi viene in mente? Fermi là! Lasciate stare wikipedia o google o sticazzibus, ce la potete fare. Tanto lo so che tra di voi ci sono diecine di figli degli anni Ottanta. Ok, vi do un suggerimento: “Ehituporco levale le mani di dosso”. Sì, è il giorno in cui è ambientato il “presente” della trilogia di “Ritorno al futuro”. Non ne sono mai stato un fan (anche se la gradii, ecché, ci mancherebbe), ma è di certo uno dei simboli cinematografici degli anni ’80.

Ora, la domanda che vi rivolgo oggi (nell’attesa di nuovi temi seriosi consoni allo standard del blog che, non temete, arriveranno nei prossimi giorni, dacché sono in “cottura”) non può che essere la seguente, anche alla luce del mini-dibattito lanciato nei commenti di un altra pagina dell’almanacco a proposito del film “La storia fantastica”.

Qual è il vostro film preferito degli anni ’80? Vi fermate ai già citati? Siete dei “Goonies” alla ricerca di tesori nascosti? Siete pronti a far tremare le colonne del cielo come in “Grosso guaio a Chinatown”? Avete colonie di Gizmo in cantina? Cacciate fantasmi nei weekend? Oppure siete donzelle inguaribilmente pronte alla lacrima se qualcuno cerca di mettere Baby nell’angolo?

Navigazione ad articolo singolo

16 pensieri su “Almanacco, XIII

  1. Il vero problema è che quando è uscito Dirty Dancing mi è sembrato una cazzata, e più lo vedevo, più cazzata mi sembrava. Certo, la cassetta (cassetta, dicasi, cassetta) con la colonna sonora ce l’abbiamo tutti e tutti l’abbiamo buttata per comprare il CD, ma a me sempre stronzata per femmine mi sembrava. Poi cresci e lo lasci lì, nel dimenticatoio, poi i media lo rispolverano e tu pensi: eh, eran belli quei tempi, ma che stronzata il film, però. Ora lo guardi e pensi che Swayze è morto, e che tu non ti senti tanto bene. Che Baby non starà mai nell’angolo, mentre tu non ne sei mai uscita. E più che la lacrimuccia ti viene una crisi depressiva da sette tavor.
    Il film, a me , mi se è sempre sembrato ‘na strunzat, eh. Il fatto che io lo conosca a memoria non significa che ne vada matta.
    Chissà se poi qualcuno si ricorda il vero nome di lei, senza andarlo a cercare. Scommetto pochi.
    La nostalgia Anni ’80 mi piace non tanto nei film quanto nella pubblicità, nel manifesto, nello styling.
    Comunque, dovessi dirne uno, be’, “Terminator”.

  2. Topus in ha detto:

    Indiana Jones e i predatori dell’arca perduta è del 1981, Indiana Jones e il tempio maledetto del 1984, Indiana Jones e l’ultima crociata del 1989. Per me questa è la massima giulebba che può esprimere quel decennio. In mezzo tanti altri divertenti film, ma anche una oceanica massa di pellicole mediocri, quando non proprio merdose. Comunque mi sovvengono Alien scontro finale, Terminator, Blade Runner, Mad Max (in tutte le sue incarnazioni), ricorderai sicuramente il non bellissimo ma interessante Giochi di morte, svariati film di Mel Gibson e svariati di Bruce Willis. Quelli di Eddie Murphy sono invecchiati un po male (a parte una poltrona per 2 e il principe cerca moglie). Ladyhawke non era male, ma soffre di una terribile colonna sonora suonata con la pianola bontempi (e siano dannati gli anni ’80 per la mania di usare colonne sonore col sintetizzatore invece di orchestrarle!). E fuga per la vittoria, perchè no? Tanti titoli interessanti, ma la trilogia di Indiana Jones sopra ogni cosa.

    • E tra questi scelgo “Indiana Jones e il tempio maledetto”, e credo di essere uno dei pochi al mondo. Ma il fatto che sia stato prodotto a metà anni ’80 lo rende il più anni Ottanta di tutti…

  3. Il mio nome è remo Williams. Oggi non ne fanno più film così e probabilmente c’è un perché. Se quello non vale l’impero, quello che è la seconda volta che colpisce 🙂

  4. Mauro in ha detto:

    Non ho un film preferito anni ’80 mi piacciono generalmente molti di quei film, Beverly Hills Cop, Indiana Jones, Guerre Stellari, Ghostbusters etc meno quelli dove si sparava/picchiava all’ingrosso.
    Forse Indiana Jones (intesa come trilogia). Film singolo: Una poltrona per due o Ghostbusters (il primo).

    • Una poltrona per due, come Il principe cerca moglie, non riesco a percepirli slegati dalla visione natalizia. È una cosa come il panettone, il pandoro con la crema di mascarpone e cacao, a Natale e poi più…

      Anche, in maniera di certo più ovvia, S.O.S. fantasmi…

      • Mauro in ha detto:

        Bhe al di la di tutto una poltrona per due è un film natalizio in quanto la vicenda si snoda tra natale (si veda il cenone aziendale) e i primi giorni dell’anno (il viaggio in treno in compagnia di un gruppo di festaioli) non so se poi negli USA sia cosi “classico” come lo è diventato da noi.

  5. fabio foggetti in ha detto:

    Non sono molto convinto di avere un film, ma dopo una breve discussione con la mia memoria mi azzardo a dire Trappola di Cristallo (Die Hard).

  6. Cinzia in ha detto:

    Kagemusha e Ran.
    Donne sull’orlo di una crisi di nervi.
    Bagdad Café.
    Terminator.
    Sorgo rosso.
    Il pranzo di Babette.
    Arrivederci ragazzi.
    E, naturalmente, Cercasi Susan disperatamente.

    • Buongiorno e benvenuta, Cinzia.
      Quali sono le frasi topiche che segnali, di questi film?

      • Topus in ha detto:

        Del questo è il post dei film nostalgici, non quello delle citazioni.
        Baluba
        😛 😛 😛

      • Dannazione… questi graziosi oggetti portatili non sono il massimo della comodità per gestire il blog e… Ok, ok, niente scuse, sono un baluba…

        Gentile visitatrice, perdona la mia dabbenaggine, grazie per il commento!

  7. Bof, ormai li avete già citati quasi tutti.
    Dimentichiamo “Robocop” visto più e più volte (ma quanto era bello ai tempi l’ED209)
    Ci aggiungerei anche un “Corto Circuito” più per memoria storica e anche perchè è stato il primo film visto su videocassetta, ai tempi il non plus ultra 🙂
    E anche “Nightmare”, ricordo che il primo mi fece paura mica male, gli altri solo ridere alla grande.
    Concordo con Topus che la trilogia di Indy è da lacrimenapulitane, ma anche Ritorno al futuro e i StarWars (anche se il primo non è proprio degli anni 80) e Ghostbusters.
    Vabbè finisco qua 🙂

    • Topus in ha detto:

      Indubbiamente Robocop è un must degli anni ’80, credo che visivamente abbia ancora un certo appeal anche ai giorni nostri. E infatti temo per il remake…

  8. Eh si, temo anch’io.. ho visto un paio di immagini che…brrrr mi hanno fatto rabbrividire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: