Il canneto di Eridu

Un blog per tutti e per nessuno

#52. Ciarlatano.

Ultimamente per un motivo o per l’altro mi trovo spesso a contatto con varie forme di ciarlatanismo. Tra queste una delle più diffuse, forse quella percepita maggiormente come innocua, ma in fondo accettata da gran parte della popolazione, è quella dei segni zodiacali. Si va dalla semplice minchiatella che giorno per giorno ti prevede quello che ovviamente accadrà, alla fastidiosissima (e ovviamente risibile) pretesa di tassonomizzare il genere umano in base alla data (o persino all’ora) di nascita. E non mi riferisco all’antichità, quando questa poteva essere una delle modalità di interpretazione del mondo, ed era per questo persino affascinante. Mi riferisco proprio alla dabbenaggine moderna di voler credere nella volgarizzazione e semplificazione del pensiero antico.

Al giorno d’oggi ha senso dividere le persone, o interpretarle, in base a criteri come la nascita? Possiamo discutere a lungo, davvero a lungo, sull’assurdità di tale pretesa. Ma ne vale davvero la pena? No, un cazzo. Davvero.

Ma posso davvero rifugiarmi nell’oscurità in silenzio, senza avere almeno la possibilità di dire che ho goduto come un muflone quando tutto il sistema planetario degli astrologi è corso urlando a puttane? Quando Plutone è stato ridimensionato da pianeta a pianeta nano, e soprattutto si è scoperto che di corpi celesti come il piccolo oggetto scoperto da Clyde Tombaugh ce ne sono a strafottere appena superato il sistema solare interno?
Prego, cari astrologi, prendete in mano le vostre belle incisioni rinascimentali (ovviamente in realtà fatte dal cugino del fratello di Gerolamo, il fornaio sotto casa) e puliteci le cacche degli opilionidi. Oppure aggiungetevi Haumea, Eris, Makemake, Issione, Orco, Varuna, Quaoar, Sedna, e un paio di dozzine di altri cuginetti che al momento nemmeno hanno il nome.
Peraltro, non so se lo sapete, ma per Plutone e i suoi amanti (astronomi, però, mica astrologi) il 2015 è l’anno della rivincita, infatti verrà raggiunto per la prima volta da un manufatto umano, la sonda New Horizon, che porta con sé le ceneri di Tombaugh!

Una volta detto questo, e goduto il giusto, possiamo poi apprezzar il fatto che i segni zodiacali, a causa della precessione degli equinozi, non sono proprio corrispondenti alle costellazioni zodiacali (quelle che stanno nel nostro cielo sul piano dell’orizzonte), e che ormai ci sarebbe persino un 13° segno, l’Ofiuco. Ma, naturalmente, questo ai patiti dell’oroscopo non interessa. Cioè, è chiaro, interessa che le stelle influenzano il carattere dei nascenti, il loro destino, ma non che le stelle siano quelle giuste. Vanno bene stelle a cazzo qualsiasi. In fondo, è per fare un po’ i paraculi, no?

E così sia. Facciamo i paraculi fino in fondo.

E siccome vedo grande fermento e divertimento e appassionamento intorno a segni, ascendenti, segni cinesi, elementi e quant’altrocazzo, fino ad arrivare ad angeli, fiori, pietre, colori e suoni, mi sono detto: ma se ogni stronzo sul pianeta terra si può inventare la sua astrologia, io, che non sono meno stronzo di tutti gli altri, perché non lo posso fare? Ed eccomi qua, a presentarvi i segni dello zodiaco del Canneto di Eridu. Da perfetto ciarlatano mi invento immediatamente anche il loro ritrovamento su tavolette d’argilla cotte al sole, nella terra di Sumer, sulla base di un originale alieno copiato e tramandato da saggezze così antiche da essere già morte da millenni quando venne costruita la sfinge, da essere già avvolte dall’oblio dei tempi quando Çatal Hoyuk andò a fuoco e Atlantide affondò. E da perfetto ciarlatano mi invento anche che già la regina di Saba, Socrate, Tolomeo, Platone, il prete Gianni, la papessa Giovanna, Leonardo da Vinci, Mozart, Freud, Nietzsche e Valentino Rossi hanno custodito in passato il segreto, e che io me ne sono impossessato ad un’asta su QVC.

E visto che se voglio fare una cosa stronza, posso farla molto meglio della maggior parte degli altri ciarlatani in giro, vi passo a spiegare la complessissima complessità del mio complesso zodiaco.
Esso si basa sull’idea che esista uno spirito guida simbolico che ha un’azione peculiare che ne caratterizza il modo di plasmare il suo mondo, porta una pianta, che lo rappresenta nel modo di porsi, e un impatto visivo altrimenti detto “colore”. Questo spirito guida, infine, incede nell’universo a dorso di una creatura, che può di volta in volta declinarsi in vario modo a seconda di quale sia l’elemento di cui è costituita.
Quindi, ricapitolando:
1) guida
2) azione sul mondo
3) pianta
4) colore
5) creatura
6) elemento
.
Vi dico subito di evitare di incazzarvi se vi salta fuori un segno poco bello. In fondo è una merdata, c’è scritto anche negli ingredienti che prima o poi arriva.

1) La guida.
La guida è una “funzione” sociale, rappresenta una guida che con le sue conoscienze ti aiuterà a scoprire il tuo posto nel mondo. Non significa che il suo lavoro sarà il tuo, ma le caratteristiche della sua funzione ti saranno proprie, evidenziando le tue inclinazioni (un domatore potrebbe per esempio portarti nel mondo dello spettacolo, o della medicina veterinaria, o della politica…). La guida varia in funzione del periodo di nascita. Come potrete vedere, gli spiriti guida sono 15, perché dodici come al solito mi sembrava troppo banale. Ecco a voi:
a) 1 gennaio – 24 gennaio: il ciabattino
b) 25 gennaio – 20 febbraio: la regina
c) 21 febbraio – 15 marzo: il sacerdote
d) 16 marzo – 10 aprile: il domatore
e) 11 aprile – 5 maggio: la canestraia
f) 6 maggio – 30 maggio: il corridore
g) 31 maggio – 23 giugno: il guerriero
h) 24 giugno – 19 luglio: la contadina
i) 20 luglio – 13 agosto: la locandiera
j) 14 agosto – 8 settembre: lo scriba
k) 9 settembre – 3 ottobre: il giardiniere
l) 4 ottobre – 28 ottobre: lo schiavo
m) 29 ottobre – 20 novembre: l’architetto
n) 21 novembre – 15 dicembre: la prostituta
o) 16 dicembre – 31 dicembre: il suonatore

2) L’azione sul mondo.
L’azione sul mondo indica le modalità in cui la vostra guida e voi potrete influenzare, o meglio plasmare, il mondo intorno a voi. In pratica simboleggia come voi sfruttate le vostre inclinazioni. L’azione varia in base all’anno di nascita, e le possibili azioni sono 10. Il numero indicato è l’ultimo numero dell’anno (2013 = 3). Ecco qua:
a) da febbraio 0 a gennaio 1: colpire
b) da febbraio 1 a gennaio 2: fuggire
c) da febbraio 2 a gennaio 3: amare
d) da febbraio 3 a gennaio 4: urlare
e) da febbraio 4 a gennaio 5: coltivare
f) da febbraio 5 a gennaio 6: confondere
g) da febbraio 6 a gennaio 7: svelare
h) da febbraio 7 a gennaio 8: legare
i) da febbraio 8 a gennaio 9: aprire
j) da febbraio 9 a gennaio 0: sognare

3) La pianta.
Otto, solo otto sono le piante possibili nello zodiaco del Canneto. Indicano il modo in cui l’azione viene svolta. Vivere con la tenacia del cactus, che resiste nel deserto, o con la forza infestante, ma vitale, della gramigna, o con la splendida maestosità della quercia, o la forza generatrice e felice dell’albicocco, indicano atteggiamenti diversi. La pianta dipende dal vostro nome, infatti a seconda della lettera con cui inizia può indicare un diverso approccio. Nel caso di un doppio nome, conta il primo, anche se il secondo può avere un’influenza. Divertitevi:
a) A B: gramigna
b) C D E F: cactus
c) G H I: quercia
d) J K L M: albicocco
e) N O P: cedro
f) Q R S: salice
g) T U V: trifoglio
h) W X Y Z: fico

4) Il colore.
Il colore meglio specifica l’indole umorale della persona. I colori citati, ovviamente, sono colori da uomo. Uomo diversamente grafico. E sono determinati dall’inziale del vostro cognome. Otto, come per i nomi. A voi:
a) A B: rosso
b) C D E F: giallo
c) G H I: blu
d) J K L M: nero
e) N O P: bianco
f) Q R S: verde
g) T U V: arancione
h) W X Y Z: viola

5) La creatura / cavalcatura.
La vostra guida avanza su di una cavalcatura, una splendida creatura composta interamente di un elemento. Questa creatura è dotata di caratteristiche particolari e mistiche, non degne di essere rivelate al non iniziato. Per voi sia solo un elemento decorativo, e cercate di dedurne il significato dalla leggenda e dalla storia dell’arte. Ciarlatano, fino in fondo. La creatura è determinata dal giorno in cui siete nati. A voi:
a) 1-2-3: gallo
b) 4-5-6: leone
c) 7-8: scorpione
d) 9-10-11: cavallo
e) 12-13: onagro
f) 14-15-16: toro
g) 17-18: surrush
h) 19-20: antilope
i) 21-22-23: leopardo
j) 24-25-26: scrofa
k) 27-28: ippopotamo
l) 29-30-31: cammello

6) L’elemento.
La creatura cavalcata dalla vostra guida è composta di un elemento. Questo elemento rappresenta la vostra capacità di porvi in rapporto agli altri, la vostra interazione sociale. Gli elementi sono freddi o caldi, e più sono caldi più vi relazionate amichevolmente. Ma sono anche leggeri o concreti, e più sono concreti e più la vostra amicizia è duratura. Come si determinano? E qui sta la genialità… tirando un dado a 20 facce… senza barare. Prego:
a) 1: fuoco
b) 2: acqua
c) 3: terra
d) 4: ferro
e) 5: legno
f) 6: foglia
g) 7: nuvola
h) 8: nebbia
i) 9: lava
j) 10: ossidiana
k) 11: oro
l) 12: alabastro
m) 13: aria
n) 14: elettricità
o) 15: cristallo
p) 16: vetro
q) 17: ghiaccio
r) 18: sangue
s) 19: vapore
t) 20: pioggia

In pratica, io sono del segno dello Scriba che svela, porta l’albicocco giallo, e avanza a cavallo di un surrush di lava. Ecco, ho scritto la mia cazzata.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

24 pensieri su “#52. Ciarlatano.

  1. scriba che svela con l’albicocco su gallo di vapore, o al vapore. Ci sarebbe comunque da parlare dellastio nei confronti della ciarlataneria. Alla fine, come tutti gli strumenti umani può essere usata in modo buono o cattivo

    • Hai dimenticato il colore!
      Beh, è sottintesto che il livore sta nei confronti dell’abuso della credulità popolare, non certo nel passatempo.
      Sai benissimo, per esempio, che mi piacciono molto i tarocchi e che ne ho un buon numero. Mi piace la simbologia che portano, i concetti che sono nascosti in questi “libri con le pagine non rilegate”, e infine l’arte dei disgnatori. Ciò non toglie che da qui alla cartomanzia ce ne passa, e dalla cartomanzia come hobby al vendere illusioni travestite da certezze ne passa ancor di più.

      Sì, ci ho messo un certo astio. Hai ragione. Ma mi sfugge l’uso buono della ciarlataneria. Consolatorio? Placebico?

  2. Leggendo il tuo oroscopo deduco con certezza che … non c’hai un caxxo da fare 🙂

  3. Mauro in ha detto:

    Giardiniere che lega l’albicocco verde , cavalcando un toro di ferro

    Non dovresti sottovalutare questa tua dote di “interpretatore di destini” un buon sito internet una buona grafica, un po di pubblicità e l’oroscopo sumerico potrebbe imporsi come evento estivo del prossimo anno. Se vuoi elaboriamo un piano di marketing. 🙂

    I gia ti ci vedo vestito da sumero con video in rete/tv locali dove dispensi saggi consigli di vita 🙂

    • Sai che non è una brutta idea?
      Prepariamo anche un piano legale nel caso di causa, però…

      • Topus in ha detto:

        Ricordati di rifarti ad una qualche legge del Codice di Hammurabi (peraltro mai abrogato).

      • Mauro in ha detto:

        Del hai troppa fiducia nel sistema giuridico italiano, basta non esagerare e dispensare comunque consigli di buon senso, dopodichè nel grande mare delle “consulenze” ci puo stare di tutto, in fondo cos’è un life coach se non un “amico” a pagamento? 🙂

      • Eh sì. D’altro canto in periodi come questo uno un lavoro se lo deve pure inventare, no?

  4. Topus in ha detto:

    Peraltro ho appena lanciato il dado, risultato 4 (pessimo tiro per colpire).
    Quindi sono uno scriba, il cui compito è svelare (schiudendosi, phyo), brutto e tenace come un cactus (e comune come un trifoglio se prendiamo anche il nome del destino Topus). Sono legato al verde, e avanzo a dorso di un poderoso toro minoico, brandendo un spada di ferro ittita.

  5. Io invece i dadi li ho persi tutti. Ne avevo di bellissimi. Ho chiesto a mia mamma “un numero da 1 a 20”, vale?.
    Anche secondo me ci si potrebbe fare della grana con questo scherzetto.
    Prostituta-amare-albicocco-viola (“Il colore viola”…)-leopardo-nuvola.

    Eccepisco che hai colpevolmente omesso Cerere nella tua lista di piantei nani…e anche Xena, veramente, per non parlare di Caronte.

    • Ho lasciato fuori Cerere perché era già conosciuto da un po’, e per un po’ è stato anche considerato un pianeta, immagino che gli astrologi abbiano avuto il tempo di incorporarlo…
      Xena era il nome provvisorio di Haumea. Meglio se lasciavano Xena…

  6. Stai scherzando? Meglio Haumea! Io Xena non la sopporto proprio, nè in cielo nè in terra, con quelle sue tette cerchiate e la coda da giumenta! Sono arcicontenta che Xena sia sparita dai cieli! Grande notizia! E come mai hanno deciso di cambiar nome al pianetino Xena?
    Cerere non credo sia mai stato considerato nè astrologicamente nè astronomicamente un pianeta.
    Quando la commissione fece quel tric trac sui pianeti, in pratica la decisione era: o declassiamo Plutone, o up-classiamo Cerere e Caronte. Non mi pare che Xena-Haumea fosse stato considerato, all’epoca. Tu ricordi qualcosa?

    • Xena era solo una proposta dello scopritore, ma c’è una specie di regola non scritta per cui devono essere divinità di una qualche mitologia.

      Eris era già contato all’epoca della fazenda, il destino di Cerere era legato a quello di Plutone, mentre per Caronte il discorso è dubbio e lo è tuttora. Caronte è considerato dalla IAU un satellite naturale di Plutone, il dubbio era semplicemente se considerarlo tale oppure un sistema binario, visto che il centro di massa del sistema si trova 20.000 km fuori da Plutone, e non al suo interno. Però tant’è, se la IAU ha l’autorità per decidere, ha deciso così: Plutone pianeta nano, Caronte satellite.

      Haumea e Makemake, che al momento oltre a Plutone, Cerere e Eris sono gli unici pianeti nani “certificati IAU”, all’epoca erano solo tra i candidati, come sono ancora oggi Issione, Orco, Quaoar, Sedna eccetera.

      Per il sistema Plutone-Caronte probabilmente nel 2015 con New Horizon avremo notizie interessanti, mentre già la missione Dawn, che deve arrivare a Cerere sempre nel 2015, è per ora passata da Vesta rivelandoci che il secondo asteroide non è in equilibrio idrostatico (non è sferico), e quindi non è un pianeta nano, e si tira dietro con questo tutta la pletora di fratellini minori.

      Per concludere, alla data della sua scoperta, inizio Ottocento grazie all’italiano Piazzi, e battezzato Cerere Ferdinandea, venne considerato un pianeta, e così anche i suoi fratelli minori, Pallade, Giunone e Vesta, per almeno quarant’anni, prima che la scoperta di migliaia di altri corpi nella loro fascia li cacciasse nell’oblio degli asteroidi…

    • E comunque i nomi dei pianeti devono essere evocativi… bene Plutone, bene Cerere, discreto Eris… ma cosa evocano Haumea e Makemake? Centrocampisti del Chelsea? Rugbysti polinesiani?

      • Grazie delle informazioni, sei veramente aggiornato! A me nomi come Makemake mi parlano…una lingua esotica ma parlano. però, che strano, perchè alle stelle si può applicare un nome qualsiasi anche “quella estrosa di mi’ socera” e ai pianeti toccano gli dei? mah?

  7. Topus in ha detto:

    Stavo pensando, in riferimento alle possibili combinazioni dei segni zodiacali da te proposti, che la scrofa di nebbia sembra un animale totemico della neo provincia Lodi-Cremona-Mantova…

    • Bellissimo…
      Peraltro, riguardo la super-provincia: un territorio enorme, più grande della provincia di Brescia, e le 3+1 città più grandi collegate solo da strade che attraversano tutti i paesi… Da Ostiglia a Tavazzano due ore e quaranta, neanche fosse una provincia di montagna…

  8. Non avevo dubbi che la R fosse sotto il Verde 🙂
    E tra i materiali ne manca uno che dà vita e rigogliosità e proprio da te non me lo sarei aspettato 🙂
    in ogni caso… qualcuno che tira un d20 per me please?

    • “tira un dado da 20” nel mio modo di fare il master significa “scegli un risultato che renda più scemo un segno scemo e più fico un segno fico”… e dovresti saperlo 😉

  9. Pingback: Almanacco, ventiquattresima pagina « Il canneto di Eridu

Rispondi a Lidia Zitara Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: