Il canneto di Eridu

Un blog per tutti e per nessuno

Almanacco, XX

Ventesima pagina dell’Almanacco del Canneto di Eridu.
4 novembre 2012

Novant’anni fa un archeologo suddito di Sua Maestà britannica fa una scoperta sensazionale: rinviene la tomba di un faraone poco più che fanciullo, e con essa una quantità di opere d’arte e di oro davvero impressionante. Impressionante soprattutto perché non si tratta della tomba di un grande faraone, ma di un semisconosciuto ragazzo che regnò davvero per poco tempo dopo la fine della parentesi eretica amarnita.
Tra gli oggetti più belli la famosa maschera (uno dei soggetti preferiti per i puzzle) e le quattro splendide dee d’oro. Tra i più commoventi, invece, una coroncina intrecciata di corda e fiori, che si sono conservati, messagli al collo (probabilmente) dalla giovane moglie Anksunamun.

Ora, eccoci arrivati alle domande di oggi (no, basta giacobbismo, niente maledizione di Tutankamon o allineamento delle piramide con la costellazione della scrofa di nebbia): qual è la scoperta archeologica che preferite, la cui storia vi ha più emozionato, e qual è la scoperta archeologica che ancora non è stata fatta e dalla quale trarreste il maggior ludibrio se venisse realizzata.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

13 pensieri su “Almanacco, XX

  1. Mauro in ha detto:

    Una volta tanto riesco a risponderti ad hoc, la scoperta di Troia, non tanto per il suo lato epico-letterario ma per la storia del suo ritrovamento e del suo scopritore che da allora trasmise in me la passione per l’archeologia poi “mutata” in passione per la Storia. Tutto merito di un servizio (o documentario non ricordo) che vidi intorno ai 6-8 anni alla tv.
    Invece il sito/scoperta che attendo non esiste, nel senso che si scopre la rilevanza/importanza di un sito molto spesso avviene “a posteriori” quando iniziano gli studi sul sito medesimo.

    • La scoperta di Troia e di Micene, il loro scopritore, e tutto ciò che ci sta dietro, sono tra gli eventi più affascinanti della storia dell’archeologia. Nessuno può restare insensibile a Schliemann!

  2. Non sono forte in archeologia, ma mi piace molto la storia del ritrovamento dell’Archeopteryx, perchè, se le mie informazioni non sono errate, fu scoperto mentre si estraeva pietra per la litografia, che era stata da poco inventata e già aveva suscitato passione e ammirazione tra gli artisti.

    La seconda domanda non l’ho invece capita bene: la scoperta non ancora compiuta da cui trarremmo ludibrio? Come individui, come specie, e poi perchè ludibrio ? nel senso di beffa, scherno?

    • Topus in ha detto:

      Penso che con ludibrio intendesse (in senso un po’ lato) piacere godurioso, come quello della folla che schernisce. E immagino intendesse a livello puramente individuale.

    • Luca in ha detto:

      Però il ritrovamento dell’archeopteryx non è propriamente un ritrovamento “archeologico”, visto che l’archeologia è lo studio delle culture e delle civiltà umane del passato 🙂

      Cmq ci penso su, magari per non ripetere qualcosa detto da altri…

      • Sì, a essere precisini della fungia il rinvenimento del fossile di archaeopteryx sarebbe paleontologia. Ma la vicenda del ritrovamento era talmente bella, e il fossile un calcio in culo così forte agli anti-evoluzionisti, che mi piace lo stesso. E siccome le domande le faccio io, sempre io decido se approvare le risposte :-p

  3. Topus in ha detto:

    Allora, grandi scoperte archeologiche ce ne sono, e pure emozionanti. Dall’epopea di schliemann citata da Mauro, alle scoperte di Evans in ambito minoico (una su tutte, Cnosso), alle spedizioni italiane in Mesopotamia (Pettinato con onore!).
    Quella che più mi ha colpito rimane la scoprta del sito di Ur ad opera di Wooley, che ci ha consegnato due suggestivi ritrovamenti, la ziggurat e il cimitero reale, contenente una immane quantità di oggetti dalla ineffabile bellezza (stendardo guerra/pace, le arpe, il gioco reale, l’acconciatura della regina puabi e l’elmo di meskalamudug, tanto bello da sembrare un oggetto magico di D&D). Oltre all’immane tesoro cela anche un rituale di sepoltura scioccante, con decine di persone sepolte tutte insieme in una morte rituale collettiva. E quello che mi ha sempre affascinato sono le descrizioni dei particolari, come i nastrini che avvolgevano i capelli delle donne, sdraiate in posizione fetale. La descrizione di Wooley trasmetteva un’aria di solenne quiete e serenità che nulla aveva a che vedere con una morte violenta. Tutti hanno bevuto dalla coppa e si sonno addormentati in un sonno eterno. Molto poetico. Poi studi più recenti hanno evidenziato che, forse, i crani sono stati sfondati con un’ascia e le morti non sono state poi tanto serene…

    La scoperta da godimento? Eh, ce ne sono una marea, per esempio qualcosa che gettasse nuova luce sul mondo neolitico, una nuova Catal Huyuk sarebbe molto eccitante. Una tavola bilingue tipo la stele di Rosetta, per decifrare la lingua di Harappa e Mohenjo Daro. Ritrovamenti che gettino luce sull’Urheimat indoeuropea o sull’origine dei sumeri. O una tomba importantissima, tipo di Sargon di Accad. O di Gilgamesh. Anzi no, di Zarathustra.
    Ecco, la Tomba di Zarathustra, primo grande profeta indoeuropeo, sarebbe una gran figata. Ovviamente farcita di scritture dal valore inestimabile e artefatti di immane potenza.

    • Schliemann, Evans, Wolley… e Koldewey con la sua Babilonia lo buttiamo nel cesso? E le scoperte delle fortezze del complesso battriano-mergiano? E Paolo Matthiae con Ebla?

      Comunque concordo sulla goduriosità di un ritrovamento neolitico, ma anche e soprattutto la possibilità di piazzare definitivamente Akkad sulla cartina…

  4. Sto ancora pensando alla seconda domanda. Ma deve essere una scoperta archeologica verosimile o può anche essere assurda?

  5. Luca in ha detto:

    La tomba di Qin Shi Huang, nota soprattutto per l’esercito di terracotta… non tanto per eventi legati al ritrovamento, quanto per la figura del primo imperatore (nonché unificatore) della Cina e per l’imponenza dell’opera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: