Il canneto di Eridu

Un blog per tutti e per nessuno

Almanacco, XLVI

Quarantaseiesima pagina dell’Almanacco del Canneto di Eridu.
18 dicembre 2012

Bene bene, ormai i giorni che mancano alla fine del mondo ipotizzata dai sapientissimi maya sono davvero pochi, e sappiate che se la supereremo vedrete la nascita di una nuova rubrica (già annunciata nel menu “sorpresa”). Ma per ora accontentatevi del vostro almanacco, e dei fiocchi di neve che imbiancano l’abzu.

La storia che ricordiamo oggi è quella di una famosa e clamorosa bufala, iniziata il 18 dicembre del 1912, esattamente un secolo fa, alla riunione della Geological Society di Londra. In quell’occasione Charles Dawson presentò i resti di un ominide rinvenuto nella miniera di Piltdown, considerato al momento il perfetto anello di congiunzione tra uomo e scimmia… talmente perfetto da non essere vero, visto che il cranio “rinvenuto” altro non era che un falso costruito con pezzi di calotta cranica di un teschio umano medievale, una mandibola di orangutan risalente al ‘400, e alcuni denti di Scimpanzé. Messa in dubbio fin da subito, la bufala fu però definitivamente acclarata e smascherata solo nel 1953, una bufala resistita per ben 41 anni (ed è davvero notevole per l’era contemporanea).

E ora suvvia, amici cari, mentre addobbiamo il canneto per Natale, narriamo di qualche altra clamorosa bufala, qualche falso epocale della nostra era. Ditemi la più bella, la più clamorosa. Raduniamo tutte le bufale che riusciamo a trovare, e portiamole nel grande recinto approntato nel Canneto. Col bestiame potremo iniziare la rivoluzione neolitica e costruire la città di Eridu…

Navigazione ad articolo singolo

12 pensieri su “Almanacco, XLVI

  1. Topus in ha detto:

    Argomento ghiottissimo. Con l’avvento della comunicazione telematica mi sembra che la propensione alla bufala/leggenda metropolitana sia aumentata a dismisura, grazie alla velocità di propagazione impensabile fino a qualche anno fa. Individuo 2 categorie, le bufale storiche che circolano da secoli e che riguardano massoni, ebrei, templari, governi, multinazionali e in genere tutti i centri di potere e ricchezza, e quelle di tipo metropolitano, del genere “mio cuggino mi haddetto che…”.
    Poi ci sono i falsi, che non sono notizie, ma oggetti veri e propri, come il cranio di Piltdown o le teste di Modigliani. Le bufale sono una piaga, per la loro natura inconsistente, un oggetto invece lo puoi analizzare, puoi confutarne la natura o distruggerlo, ed è finita lì (oddio, una volta sparito diventa leggenda e rientra nel campo delle bufale, argh non è mai finita!).

  2. Mauro in ha detto:

    Io direi il millennium bug, ora che i programmatori siano dei pigroni si sa, che il mondo sarebbe collassato per la “pigrizia” di un pugno di Nerd sarebbe stato francamente eccessivo 🙂

    • missili con testate atomiche lanciate per errore, soldi nelle banche redistribuiti a cazzo con un secolo di interessi cancellati… roba così?

      • Mauro in ha detto:

        Non solo, spegnimento di centrali elettriche, centrali atomiche fuori controllo, aerei che precipitano, un nero democratico rieletto alla casa bianca, esplosioni verdi, gente che entra ed esce volando…

      • Pioggia di merda, sostanzialmente…
        Qualcuno ci avrà messo un ombrello, forse Corrado…

  3. Peraltro dimenticavo la provocazione, con due argomenti la cui “bufalosità” è tutta ancora da determinare, visto che erano o sono considerati verità indubitabili ma certi studi cominciano a farli scricchiolare:

    1) l’imminente fine del petrolio
    2) il surriscaldamento del globo

  4. Luca in ha detto:

    Bufale assodate immagino (ce ne sono di potenziali tutte da dimostrare), tra l’altro
    – una certa trasmissione radiofonica di un certo Orson Welles che annunciava l’invasione della Terra da parte degli alieni
    – la vivisezione dell’alieno nell’Area 51

    • Eccellente l’alieno dell’Area 51, quella è una delle bufale che più si sono radicate, al punto che moltissima gente l’ascrive ormai tra le verità indubitabili.

      Welles: uno scherzo geniale e ben riuscito.

      • Luca in ha detto:

        Un’altra bufala piuttosto ben riuscita fu il “Contratto con gli Italiani”, c’è ancora gente che ci crede ^^’

  5. Per me la più esilarante furono le teste di Modigliani. Sgarbi era in giro, all’epoca?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: