Il canneto di Eridu

Un blog per tutti e per nessuno

Almanacco, LXIV

Sessantaquattresima pagina dell’Almanacco del Canneto di Eridu
12 febbraio 2013

Oggi compie 204 anni Charles Robert Darwin, e per celebrare il Darwin Day degnamente il Canneto di Eridu gli dedicherà addirittura due post.
Cominciamo con questo almanacco, dove ci ricordiamo del naturalista al quale siamo debitori della teoria dell’evoluzione delle specie per selezione naturale. E ok, dai, lo so, per oggi creazionisti scientifici e disegnatori intelligenti mi blacklisteranno il blog. Ma il fatto che persino il Vaticano non li ascolti, e giusto in America riescano a entrare nelle scuole, mi dà conforto.

Ma veniamo a noi, e al punto dell’almanacco, ovvero la domanda che smuove l’animo a fine post.
L’umanità si è evoluta dalle scimmie, per dirla brutalmente, attraverso gli ominidi. Se l’umanità abbandonasse improvvisamente il pianeta, tutta contemporaneamente, da quale specie attuale vorreste che si evolvesse la prossima specie dominante del pianeta terra?

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

7 pensieri su “Almanacco, LXIV

  1. Luca in ha detto:

    Scherzosamente direi “ornitorinco” perché immagino che abbia avuto un’evoluzione che di suo è già un bel casino.

  2. Mauro in ha detto:

    Mangusta?

    Ho visto un documentario su questo animale e hanno una forte interazione sociale all’interno delle loro colonie oltre che una certa “dinamicità” sociale tra varie colonie e inoltre sono carnivori all’occorenza onnivori.

  3. Topus in ha detto:

    Non saprei bisognerebbe capire cosa vuol dire dominare il pianeta. Per milioni di anni l’hanno fatta da padroni i sauri, con livelli di intelligenza non paragonabili a quelli dei mammiferi. Ma anche venendo ai giorni nostri, le formiche potrebbero essere viste come specie dominante rispetto a quella umana. Prendo per buona l’idea che la specie dominante sia quella in grado di prevalere sulle altre a fronte di uno scontro di speci o di individui. Un uomo vincerà sempre contro una formica o contro un topo.
    La prossima specie dominante? Non lo so, mi piacerebbe pensare che si possa sviluppare una nuova civiltà acquatica, magari dei polipi intelligenti con grande capacità di manipolazione. Tra l’altro l’acqua propaga il suono molto più velocemente dell’aria per cui si può ipotizzare un sistema di comunicazione/ricezione diverso da quello delle corde vocali umane, ma che ne sfrutti l’efficacia. Il problema, forse, sarebbe nella costruzione di case e artefatti, data l’enorme pressione cui sono sottoposti i fondali marini e oceanici. forse si svilupperebbe solo una civiltà in superficie. E poi i raggi solari, ne arrivano molto pochi rispetto alla terraferma e lo spettro cromatico è piuttosto ridotto, visto che i colori più caldi vengono filtrati (però si potrebbe espandere lo spettro nell’ultravioletto, chissà).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: