Il canneto di Eridu

Un blog per tutti e per nessuno

Almanacco, LXXX

Ottantesima pagina dell’Almanacco del Canneto di Eridu
19 aprile 2013

In questi giorni di vane attese per l’elezione di un Presidente della Repubblica, che mai arriva e per questo sarà per forza una delusione, la mia memoria tende a staccarsi con una certa difficoltà dal presente. E così è con una certa fatica che mi metto a redigere l’Almanacco, dopo otto giorni dall’ultimo (credo sia record di silenzio sul Canneto).

Ma l’evento che voglio ricordare è notevole, visto che il 19 aprile del 1971 venne lanciata in orbita dall’Unione Sovietica la Salyut 1, la prima stazione spaziale creata dagli esseri umani. Venne abitata per solo 23 giorni, al secondo tentativo di attracco da parte di una missione Sojuz, e dei suoi abitanti nessuno riuscì a tornare vivo sulla terra: durante l’attracco la navicella Sojuz 11 rimase lesionata e l’abitacolo venne invaso da gas tossici che uccisero tutti i cosmonauti sulla via del ritorno.
Nessun uomo mise più piede sulla Saljut, che ad ottobre si distrusse all’impatto con l’atmosfera.

Non un gran successo, non un gran successo davvero. Ma un primo passo verso quella meraviglia della ISS che corre nel cielo ancora oggi. A proposito, sapete che c’è un’App per sapere dove si trova in questo momento e prevedere quando passerà nel cielo sopra di voi? Si chiama “esa wis“, e mentre scrivo mi segnala che la Stazione veleggia al largo dell’Australia.

Per concludere, vi ricordate qualche base spaziale, o stazione spaziale, nella fiction, che vi procura ricordi particolarmente piacevoli? Che ne so… la città-colonia marziana di Total Recall? la base lunare di 2001 odissea nello spazio? La Valley Forge di Silent Running / “2002 la seconda odissea”, con i suoi moduli agricoli? la Cygnus, sull’orlo del buco nero in “The black hole”? Oppure, cambiando genere, la Base Luna della SHADO nel telefilm “UFO”, o la Base Lunare Alpha di “Spazio 1999″…

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

9 pensieri su “Almanacco, LXXX

  1. bruciando il foggio dico la Death star, altrimenti conosciuta come Morte nera. Chi non vuole la Morte Nera?

  2. “ricordi particolarmente piacevoli”. Come non ricordare la Base Alpha, sarebbe un delitto, ma da trekkie la base che mi procura ricordi più piacevoli è Terok Nor, Deep Space Nine. Immediatamente dopo, o anche alla pari, i rimasugli della base marziana in “Mission to Mars” dove Phil carica le batterie e il software per il ritorno a casa, con l’ordine di partire ad un dato orario. Nonostante gli ordini, Phil aspetta qualche minuto in più, e quando la comunicazione si ristabilisce e i superstiti possono chiamarlo, gli risponde -dandosi degli schiaffi sul casco- “Phil non c’è in questo momento, è partito per la terra cinque minuti fa, lasciate un messaggio”.
    E stupido, lo so.

  3. Luca in ha detto:

    Un altro voto per DS9, più un altro per Babylon 5 dell’omonima serie a suo tempo maltrattatissima dalla RAI (trasmessa di notte ad orari casuali, del tipo che anche registrando per 3 ore rischiavi di perderne degli episodi perché gli altri programmi sforavano di un’oretta e mezza e rotti), ma che ho amato e tanto – e che ora trasmettono per intero su RAI4

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: