Il canneto di Eridu

Un blog per tutti e per nessuno

Archivio per il tag “cattolici”

Almanacco, LXXVIII

Settantottesima pagina dell’Almanacco del Canneto di Eridu
5 aprile 2013

Ventuno anni fa iniziava il più lungo (e uno dei più atroci) assedio della storia moderna.
L’assedio di Sarajevo, ad opera delle truppe jugoslave (sostanzialmente serbe) a seguito della dichiarazione unilaterale di indipendenza della Bosnia Erzegovina. Un assedio durato formalmente fino al 29 febbraio 1996 e i cui effetti si protraggono nel presente, e nel futuro, fino a chissà quando.

Un assedio, soprattutto, che ha trasformato un ponte in un fossato. Una grande città di incontro (una delle poche al mondo che nello spazio di poche centinaia di metri, nel centro storico, vanta sinagoghe, cattedrale e altre chiese cattoliche, chiese ortodosse, moschee ottomane) di popoli, di culture, di religioni, il crocevia tra occidente e oriente, diventa così il luogo dello scontro, il paese della follia dove mille divisioni sorgono, e dove il vicino si arma contro il vicino, e tutto è genocidio. Dove l’umanità, intesa come concetto, muore.

Il primo almanacco, lo scorso anno, vi ho chiesto un fiore per la Siria. Ora vi chiedo un pensiero per Sarajevo. Un pensiero legato a qualcosa che ha fatto fare passi avanti a società multietniche, qualche progresso nella storia, qualche città, qualche momento in cui l’unione di più popoli ha fatto progredire la civiltà. E ognuno di questi pensieri sia un mattone, e ogni mattone serva per ricostruire il ponte, quel ponte tra europa occidentale e orientale, tra cattolici e ortodossi, tra europa e asia, tra cristiani, ebrei e musulmani, un ponte tra le genti.

Parto io, con la prima città multietnica di cui si abbia conoscenza storica: Eridu. Con l’unione delle culture dei pescatori del golfo persico, degli agricoltori della cultura di Samara, e dei nomadi del deserto, nacque la civiltà sumerica, la prima di cui abbiamo notizia su questo pianeta.

Annunci

Almanacco, XLIX

Quarantanovesima pagina dell’Almanacco del Canneto di Eridu.
22 dicembre 2012

Oggi compie gli anni la Costituzione.
C’è chi (Benigni?) dice che è sostanzialmente un testo perfetto.
C’è chi la percepisce vecchia e figlia del contrasto tra le due anime, cattolica e comunista, che l’hanno scritta.

E voi? Se pensate che vada corretta o addirittura riscritta, qual è l’emendamento, il paragrafo, la frase che vorreste scritta nella costituzione del vostro stato?

Almanacco, XLI

Quarantunesima pagina dell’Almanacco del Canneto di Eridu.
7 dicembre 2012

Un evento recente, oddio, diciamo abbastanza, è quello che rimembriamo oggi. Il 7 del mese di dicembre del 1965 il papa Paolo VI e il patriarca di Costantinopoli Atenagora hanno compiuto un passo importante, sciogliendo la reciproca scomunica scagliata tra papa Leone IX e il patriarca Michele I, risalente nientemeno che al 1054.

911 anni di scomunica tra due chiese che adorano la stessa divinità e con sostanzialmente gli stessi testi sacri. Suona come un incantesimo epico di D&D, come un rito di altri tempi, antichissimi, suona babilonese. Quasi mille anni di banditura reciproca dalla comunità dei fedeli. Epocale, davvero.

Riuscite a ricordare qualcosa di più colossale dal punto di vista religioso?

Navigazione articolo