Il canneto di Eridu

Un blog per tutti e per nessuno

Archivio per il tag “nabucco”

Almanacco, LVIII

Cinquantottesima pagina dell’Almanacco del Canneto di Eridu
19 gennaio 2013

Buongiorno cari visitatori delle chiare acque sorgive di Eridu. Oggi l’Almanacco tratta di argomento musicale. Infatti oggi è il centosessantesimo anniversario della “prima” de Il Trovatore, di Giuseppe Verdi (avete presente «di quella pira, l’orrendo foco»? ecco, quello…).

No, non sono un’amante dell’opera. Non credo assolutamente se sarei in grado di sopportare un’intiera opera dal loggione di un teatro senza cedere ad un sonno disturbato e per nulla soddisfacente. E soprattutto senza, poi, schiantarmi ingloriosamente sull’incolpe maschera in platea, probabilmente vittima di un sonno ancor meno ristoratore del mio, ma stipendiato.

E però trovo alcune arie o romanze o, comunque, alcuni pezzi, per dirla brutalmente, entusiasmanti, al limite dell’esaltante. Dal Nessundorma («all’alba vincerò»), al Gloria all’Egitto, a Iside dell’Aida, per dire. Altri commoventi, come Un bel dì vedrem della Madama Butterfly (no, Jenny la tennista non c’entra) o E lucevan le stelle della Tosca, e poetici come il coro Va Pensiero del Nabucco.

E voi, avete un pezzo favorito di questo genere musicale, che in giro per il mondo identifica l’Italia tanto quanto il trittico spaghetti-baffineri-mandolino?

Annunci

Navigazione articolo