Il canneto di Eridu

Un blog per tutti e per nessuno

Archivio per il tag “teoria degli antichi astronauti”

Almanacco, XCIV

Novantaquattresima pagina dell’Almanacco del Canneto di Eridu
11 luglio 2013

L’undici di luglio è una data interessante, sono accaduti diversi eventi di una certa rilevanza nella storia dell’uomo. Ma in questo almanacco non ci occuperemo di alcun evento epocale. E non pensate di cavarvela con così poco, perché su questo argomento ci torneremo.

L’11 luglio del 1920, nella città azera di Baku, nacque un personaggio notevole, tal Zecharia Sitchin. Autore di vari best sellers, è soprattutto noto come uno dei più famosi divulgatori della cosiddetta “Teoria degli antichi astronauti”, insieme a Peter Kolosimo, Erich von Däniken e Giorgio Tsoukalos (il primo a dispetto del nome d’arte è un modenese, gli altri due svizzeri), un corpus assolutamente non organico di teorie che mettono gli alieni al centro dei più grandi eventi della storia umana, fino a spingersi a considerare gli umani come creati dagli alieni attraverso ibridazione di loro stessi con homo erectus, a ipotizzare che gli antichi dei fossero alieni che ingravidavano donne umane, a credere che molti riferimenti nei testi sacri delle antiche civiltà siano chiare prove della loro teoria, e parlano anche di guerre atomiche nell’età del bronzo, distributori di microonde per navi aliene nascosti nelle piramidi, macchine del tempo e astronauti raffigurati dai bassorilievi maya. Sitchin, in particolare, arrivò a dire che la terra si era formata per lo scontro di due corpi celesti, Nibiru e Tiamat, nella zona della fascia degli asteroidi, evento “descritto” dai testi sumerici e babilonesi.

In questo periodo sto investendo del tempo guardando “Enigmi alieni”, trasmissione che punta tutto su queste teorie, e devo dire che ogni volta che credo siano arrivati al punto più estremo possibile, mi dimostrano che mi sbaglio.
Ora, senza ridere, fate la prova. Cercate di inventare teorie ancora più estreme, più clamorose. Non abbiate paura di esagerare, siate folli, siate tamarri. Vediamo se ci riuscite.
Io non ce l’ho fatta, per quanto mi sia sforzato di sparare alto arrivo sempre largamente al di sotto del loro livello, e quando mi sembra di averli superati scopro che la mia idea è già una teoria, un po’ edulcorata.

Annunci

Navigazione articolo